Un sapore di verità rimproverata

Un sapore di verità rimproverata,
quasi una nota burbera
è questa tua infelicità senza desideri:
la vena di una rupe asperrima e verdissima nell’anima

Il tuo tabacco si consuma.
Nella laguna della stanza
aspetta decisioni con la pazienza ostinata
della serva che vuole la paga…

In questo litorale spalancato
e subito richiuso
getto la salda ombra di un pezzetto d’amore
staccato dal mio braccio come una sassata;
colgo la limpida caduta
di un colore d’inchiostro
in soggezione d’alba

Scrivi un messaggio